Cómo crear un contrato para autónomos

Come redigere contratti per collaboratori freelance

Che tu sia una ditta individuale o una start-up in espansione che utilizza collaboratori da remoto, avrai bisogno di un contratto per freelance. A seconda della natura del lavoro, i contratti per collaboratori freelance possono differire da un progetto all’altro. Ciò premesso, la maggior parte ha diversi elementi in comune. Scopri cosa includere nei tuoi contratti per collaboratori freelance e perché sono necessari. 

Inserisci il nome completo, le informazioni di contatto e le date

I nomi completi di entrambe le parti devono comparire all’inizio e anche all’interno del contratto. 

In quanto persona giuridica, utilizzerai il nome completo della tua azienda e non nomi preferenziali. Ad esempio, se rappresenti giganti dell’IT come Apple, devi utilizzare Apple Inc. quando redigi dei contratti. 

Analogamente, le aziende devono utilizzare il nome completo dei collaboratori freelance. Se il nome del tuo collaboratore esterno è Benjamin, utilizza quel nome anche se ti rivolgi a lui chiamandolo Ben o Benji. 

Può sembrare pedante, ma se si è precisi si evita di creare equivoci.

Ricorda di inserire le informazioni di contatto (indirizzo fisico ed e-mail, e anche i numeri di telefono) di ciascuna parte. Infine, assicurati che il tuo contratto riporti la data sia di quando lo redigi sia di quando entrambi lo firmate.

Descrivi in dettaglio i servizi

La descrizione dei servizi è la panoramica dell’accordo tra le parti. Una parte sei tu, l’azienda. L’altra parte è il collaboratore freelance che stai assumendo. 

Devi utilizzare questa parte del contratto per descrivere i servizi che ti aspetti verranno svolti dal collaboratore. Ad esempio, progettare o tradurre diverse pagine Web. 

Ti serve un collaboratore freelance per la tua azienda? Fermati e dai uno sguardo alla nostra guida per trovare il professionista o il freelance perfetto per i tuoi progetti. 

Aggiungi i dettagli del pagamento

Per evitare qualsiasi malinteso, devi indicare chiaramente i termini di pagamento, incluso il metodo di pagamento, l’importo e le date di pagamento. Se ti stai avvalendo della collaborazione di freelance che risiedono all’estero, indica in quale valuta riceveranno il denaro. 

E non dimenticare di indicare la tariffa che pagherai al collaboratore freelance. A seconda del progetto, le tariffe di pagamento sono solitamente a ora, a giorno o a progetto. 

Se paghi al freelance un acconto (solitamente tra il 25% e il 50% del totale), devi inserire nel contratto anche questa informazione.

Inserisci un termine ragionevole per il pagamento alla ricezione della fattura. Se la tua azienda risarcisce il collaboratore in caso di pagamenti in ritardo o posticipati, aggiungi questa informazione nel contratto. 

Ricevi cinque trasferimenti senza commissioni e il tuo primo trasferimento a un tasso di cambio speciale quando ti registri su Azimo Business. Inizia oggi a inviare pagamenti più rapidi ai freelance all’estero

Inserisci una scadenza

Senza una scadenza precisa, i lavoratori esterni possono perdere facilmente la concentrazione.

Suddividere i lavori o i progetti in diverse sezioni con singole date di consegna è solitamente un modo più efficace per gestire i progetti. 

Così avrai meno probabilità di dare ai tuoi freelance quella sensazione di angoscia che deriva dall’avere una gran mole di lavoro da svolgere in un lasso di tempo troppo breve. 

Impostare delle date di consegna ti aiuterà anche a pianificare e gestire le altre attività della tua impresa. 

A seconda della natura del lavoro, crea un contratto che ti dia il tempo di ricevere diverse bozze permettendoti di dare un feedback ad hoc.

Aggiungi una clausola di proprietà

In quanto cliente, è normale che tu detenga tutti i diritti sul lavoro che hai commissionato al collaboratore freelance. Tuttavia devi inserire questa clausola nel contratto che stipulerai con il collaboratore freelance, affinché sia legalmente vincolante. 

Diciamo che assumi un collaboratore freelance per scrivere le descrizioni dei prodotti della tua azienda. 

Anche se il collaboratore freelance scrive le descrizioni, una clausola di proprietà deve affermare che la tua azienda detiene la proprietà intellettuale del lavoro (IP). 

A volte i collaboratori freelance chiedono che venga riconosciuto ufficialmente il loro lavoro. A seconda della natura del progetto, sta alla tua azienda accettare o rifiutare tali richieste. 

Se non puoi dare al collaboratore freelance il riconoscimento richiesto, puoi offrirgli un ragionevole compromesso. Una splendida referenza o un endorsement su LinkedIn può andare bene a entrambe le parti, così manterrai ottimi rapporti di lavoro.

Fissa i termini per i collaboratori freelance

Quando impieghi un collaboratore freelance, di solito hai aspettative diverse sul suo lavoro rispetto a quello dei tuoi dipendenti a tempo pieno. Un buon contratto per collaboratore freelance deve riflettere queste differenze.

Ad esempio, in quanto azienda, potresti dover dichiarare che la tua azienda:

  • Non fornirà al collaboratore freelance alcuna attrezzatura, ad esempio un laptop.
  • Non rappresenta in alcun modo il collaboratore freelance.
  • Non è solidale nel pagamento delle tasse del collaboratore freelance.

Informazioni riservate

Quando ti avvali di un collaboratore freelance, potresti dover condividere informazioni riservate con quella persona. 

Dati quali le statistiche di un cliente possono essere informazioni sensibili per la tua azienda perciò avrai bisogno di una clausola di salvaguardia. 

Aggiungendo una clausola di riservatezza impedirai al collaboratore freelance di divulgare le informazioni di cui viene a conoscenza. 

Aggiungi una clausola di recesso 

Il modo più comune per concludere un contratto con un collaboratore freelance è invocare la clausola di recesso dal contratto. 

La maggior parte dei contratti, inclusi quelli dei collaboratori freelance, contengono una clausola per terminare prima il contratto. 

In particolare, una clausola di recesso protegge sia la tua azienda, sia il collaboratore esterno. 

Poiché i contratti per collaboratori freelance indicano gli obblighi e le aspettative di entrambe le parti, qualsiasi violazione di questi termini può portare ciascuna parte a scegliere di terminare il contratto prima del previsto.

Scarica l’app Azimo per iOS o Android e inizia a inviare pagamenti aziendali oggi. I primi cinque trasferimenti sono senza commissioni e con uno straordinario tasso di cambio.